VIAGGI

Napoli e i suoi mille colori

Erano anni che chiedevo a mio marito di poter vedere Napoli, ma poi per diversi inconvenienti abbiamo sempre rimandato. Ho sempre sognato di visitare questa città dalle mille sfumature e dai mille pregiudizi, che quando per caso questa estate ho avuto l’occasione di farlo, non me lo sono fatta ripetere due volte! In pochi minuti avevo il B&B prenotato e il segnalibro di internet intasato da pagine con possibili itinerari da fare. Ma avevamo solo due giorni, anzi solo uno completamente intero. Saremmo arrivati a Napoli nella tarda mattina del sabato, in tempo per abbracciare delle amiche conosciute su Instagram, per poi andare via nella mattinata del lunedì.

Siamo partiti dalla Sicilia verso Napoli, sarebbero dovute essere poche ore di macchina, invece il viaggio è durato mezza giornata (quest’anno le code e gli incidenti ci hanno perseguitato!) così siamo arrivati a Napoli nel tardo pomeriggio, il tempo di sistemarci nel B&B e uscire per gustarci una pizza napoletana doc a pochi passi e farsi una bella dormita per essere pronti e carichi il giorno dopo!

Visitare Napoli totalmente in un giorno solo è impossibile: la sua grandezza e le tante proposte culturali richiedono almeno 3/4 giorni di visita. Quindi, per non perderci quasi nulla della città partenopea abbiamo deciso di usufruire della linea City Sightseeing (sono quei pullman panoramici rossi per intenderci) in partenza da Castel Nuovo (detto anche Maschio Angioino).

Saliti sul bus, la musica riprodotta dalle cuffie che vengono date in dotazione ti inonda di emozioni il cuore facendoti respirare a pieno l’aria di Napoli!

Abbiamo scelto per prima di seguire la linea A che porta verso il centro storico di Napoli senza mai scendere, in modo da avere una panoramica sulla città, per poi scegliere, durante il giro seguente dove sostare. Quindi dopo un primo giro, Spaccanapoli, il cuore pulsante della città con i suoi presepi e le sue strade caratteristiche, colpisce il nostro interesse. Abbiamo percorso tutta la via piena di presepi spettacolari, fatti artigianalmente con cura, e ricca di pasticcerie dove poter gustare un ottimo babà alla crema. Dopo ci siamo diretti verso il Cristo Velato che però non abbiamo visto (ho trovato il costo di 8€ a persona eccessivo e poi entrare con il passeggino e Angelica dormiente in braccio non ci avrebbe fatto apprezzare a pieno la visita). Avremmo voluto anche fare la Napoli sotterranea, ma bisognava camminare molto e Auri era abbastanza stanca per affrontare la moltitudine di gradini che erano previsti nel percorso (o almeno così ci hanno detto). Quindi dopo una lunga passeggiata che ci ha anche portato a vedere Piazza del Plebiscito, dove le bimbe hanno pranzato sui gradoni della Basilica e la galleria Umberto I, per poi tornre a Castel Nuovo per prendere la linea B del City Sightseeing.

Mentre la linea A è ricca di storia e monunenti, la linea B ti catapulta in quel che è il vero lato romantico di Napoli: un viaggio lungo la costiera, dominata dal Vesuvio, e dalla bellezza dell’azzurro del mare. Vi dico che mi batte il cuore al solo ricordo, ma ormai chi mi conosce bene, sa che sono un’inguaribile romantica. Siamo partiti dal Maschio Angioino per arrivare alla punta estrema di Posillipo così da ammirare il Golfo di Pozzuoli e parte dei campi Flegrei, passando per il Lungomare di Caracciolo e scorgendo l’isola di Capri. Un percorso incantevole per occhi e cuore con una panoramica mozzafiato su Napoli.

Abbiamo percorso a piedi il Lungomare di Caracciolo (le mie follower instagram di fiducia mi hanno consigliato di farlo assolutamente e io ho fatto bene ad ascoltarle) ammirando così Castel dell’Ovo, la costa frastagliata e l’imponente Vesuvio!

Il percorso della linea B mi è rimasto talmente nel cuore, mi ha regalato una sensazione di pace, che ho voluto ripercorrerlo il mattino seguente prima della partenza verso casa (mio marito è un sant’uomo, ma a dire il vero ce lo siamo goduti di più, abbiamo ammirato ogni singolo dettaglio e in più le bambine dormivano).

Finito il tour di Napoli grazie al City Sightseeing che, al costo di 23€ a persona (i bambini da 0 a 4 anni non pagano) ci ha offerto un biglietto della durata di 24h dal momento dell’acquisto, siamo rientrati al B&B e dopo una bella doccia abbiamo potuto godere di un’ottima cena a base di pesce in un ristorante della zona.

Cosa vedere a Napoli:

  • Castel Nuovo o Maschio Angioino
  • Museo Cappella Sansevero e Cristo Velato
  • Piazza del Plebiscito e Teatro San Carlo
  • Castel dell’Ovo e Lungomare di Caracciolo
  • Spaccanapoli con Via San Gregorio Armeno e i suoi presepi
  • Complesso Monumentale di Santa Chiara
  • Napoli Sotterranea
  • Duomo di Napoli
  • Museo Nazionale di Capidimonte
  • Quartiere di Posillipo e il suo panorama

.. E ancora tanto altro.

Voglio assolutamente tornare a Napoli, questa città mi è entrata davvero nel cuore e vorrei viverla con più calma e apprezzarla sotto molti altri aspetti. Mi sono persa troppe cose per non tornarci, compresa la sfogliatella e un buon caffè!

Napule è mille culure
Napule è mille paure Napule è nu sole amaro
Napule è addore ‘e mare
Napule è ‘na carta sporca
e nisciuno se ne mporta
Napule è ‘na cammenata
dint”e viche mmiezo all’ate
Napule è tutto nu suonno
e ‘a sape tutt”o munno
Napule e’ mille culure…